L'Informatica Piemunteisa - home page L'Informatica Piemunteisa



iPhone 3G

Qualche mese fa (gennaio 2009), per motivi di lavoro, ho dovuto abbandonare la mia fedeltà ai cellulari Nokia ed ho preso un iPhone 3G da 16 Gb.

Il primo impatto è stato piuttosto duro, in quanto la diversità è enorme. Ma son bastati pochi giorni per acquistare una ottima manualità allo schermo touch ed apprezzare le tante belle funzioni disponibili, dimenticando eventuali mancanze e/o abitudini passate. Di seguito vi elenco alcune delle sue caratteristiche e delle cose che mi hanno colpito di più.


Per prima cosa devo dire che faccio difficoltà a chiamare questo prodotto 'cellulare', in quanto esso è molto di più di un cellulare. Allo stesso tempo, però, rimane ben diverso da un palmare.
iPhone 3G I tasti disponibili sono ridotti al minimo: uno nella parte superiore per accensione e spegnimento; un paio in alto a sinistra per modalità silenziosa e regolazione volume; uno di fronte in basso per accedere, da qualunque funzione, al menù principale. Per tutto il resto c'è lo schermo touch.
Devo dire che la modalità touch-screen è la caratteristica cui mi sono abituato più in fretta e che trovo molto comoda. Semplicemente sfiorando con le dita, ad esempio, puoi fare lo zoom delle immagini, passare da una immagine all'altra ecc. in modo molto semplice e veloce, tanto che quando mi trovo a fare qualcosa sui cellulari classici ci metto un po' di tempo a capire che non rispondono alle mie dita, semplicemente perchè non sono touch...
Appena è necessario 'scrivere' qualcosa, ad esempio per memorizzare un nome in rubrica, un appuntamento in agenda, scrivere un sms, ecc., appare a video una comoda tastiera, sempre per uso touch.
L'accelerometro fa si che semplicemente ruotando il telefono l'immagine o la pagina internet si riposiziona da verticale ad orrizzontale e viceversa.
La navigazione in internet non è male, anche se ovviamente le pagine non ottimizzate e particolarmente piene di contenuto hanno bisogno di qualche zoom prima di essere ben leggibili. Naturalmente quando si naviga senza sfruttare un accesso wireless è necessario aderire ad una delle varie offerte, per non consumare il credito residuo in un baleno. Io personalmente, dopo aver fatto diversi test, ho aderito alla offerta Maxi 10 per iPhone che mi dà diritto a 50 Mb di navigazione giornaliera al costo di 10 Euro al mese, e ne sono più che soddisfatto.

La manutenzione del telefono (backup, aggiornamenti software, ecc.) richiede il collegamento via USB ad un computer con iTunes installato. E' consigliabile effettuare gli aggiornamenti del Software, sia per usufruire delle nuove funzionalità, sia perchè alcune applicazioni lo richiedono.

Oltre alle poche applicazioni fornite con la versione base, su Apple Store si trovano milioni di applicazioni, in continuo aggiornamento, molte delle quali gratuite. Per accedere al sito è necessario completare l'iscrizione, che richiede una carta di credito; senza l'iscrizione non è possibile scaricare neanche le applicazioni gratuite.

Ne ho scaricate parecchie, ecco alcune che ho trovato particolarmente belle ed utili: iSpeack Italian (per traduzioni italiano/inglese, compreso pronuncia), Labyrinth (gioco), AroundMe (punti di interesse), Face Melter (caricature). Tra le applicazioni di base, invece, devo fare i complimenti alla funzione Mappe: ho avuto modo di usarla in più di una occasione, e l'ho trovata veramente utile ed efficiente per trovare i percorsi desiderati, proprio come un navigatore...

Indietro


Informativa - Contatti - Favoriti

L'Informatica Piemunteisa © 2002-2018 by Franco C.